Le Eccellenze del San Pellegrino: Valentino Prandini
15 gennaio 2018

Dal 1 gennaio 2018 il nuovo responsabile del reparto di chirurgia dell’Ospedale San Pellegrino di Castiglione delle Stiviere è Valentino Prandini, che ha sostituito Ottavio Bruni.

Cinquantaquattro anni, bresciano, Prandini è anche scrittore (ha pubblicato due raccolte di poesie) e appassionato di sport e musica, ma soprattutto uno dei maggiori esperti di chirurgia laparoscopica, una tecnica che prevede l’intervento addominale senza l’apertura della parete.
Il nuovo Responsabile lascia la Poliambulanza di Brescia, dove è entrato nel 1999, ricoprendo prima il ruolo di Aiuto Primario e poi di Responsabile di struttura semplice (proprio per il modulo di chirurgia laparoscopica). “Sono molto felice di essere parte del Gruppo Mantova Salus – il primo commento del medico – il mio progetto di lavoro, condiviso con la direzione, può essere diviso su due livelli: dal punto di vista generale porterò la mia esperienza, con l’idea di costruire una interazione tra Castiglione e Poliambulanza; nello specifico, vorrei contribuire ad un ulteriore sviluppo dell’Ospedale, potenziando l’attività chirurgica, in particolare laparoscopica, migliorando la gestione delle sale, promuovendo la formazione ed aggiornamento continui dell’equipe”. 
“Riteniamo di aver portato nel mantovano un chirurgo generale di primo livello ed in particolare un maestro della laparoscopia – il commento del presidente del GMS, Guerrino Nicchio – giovane e preparato, Prandini sarà una risorsa preziosa sia per l’Ospedale che per i pazienti. Non abbiamo semplicemente portato a Mantova un nuovo primario, ma abbiamo sposato un progetto che prevede anche la formazione del personale sulle più moderne tecniche operatorie e la collaborazione con una struttura di rilievo nazionale come Poliambulanza. Il tutto precorrendo i tempi della nuova riforma sanitaria lombarda e realizzando de facto una reale presa in carico del paziente. 
Con l’occasione – continua Guerrino Nicchio è giusto anche ricordare e ringraziare per l’ottimo lavoro svolto in questi anni il dott. Bruni, che salutiamo con affetto, il cui contributo si è rivelato determinante per portare la Chirurgia dell’Ospedale San Pellegrino ai livelli odierni”.