Benvenuto Gianluigi D'Alessandro
5 ottobre 2019

L’Ospedale San Pellegrino saluta l’arrivo del nuovo Responsabile di Emodinamica, Gianluigi D’Alessandro. D’Alessandro lavorerà in stretta collaborazione con il responsabile della Cardiologia Marco Turri. L'emodinamica è quella branca della fisiologia cardiovascolare che analizza e studia il comportamento del sangue in movimento nei vasi, permettendo così di ridurre il pericolo dell'instaurarsi di patologie legate alla circolazione sanguigna. D’Alessandro vanta un curriculum d’eccellenza. Dopo la specializzazione in Cardiologia ed il conseguimento del dottorato di ricerca  in scienze cardiovascolari e biotecnologie associate, ha lavorato presso centri di primo livello nel trattamento della malattie cardiovascolari come il Policlinico San Donato (gruppo San Donato) e il Maria Cecilia Hospital (Gruppo Villa Maria), acquisendo un’ ampia esperienza nella cura dei pazienti con problemi alle coronarie (le arterie che portano il sangue al cuore) e alle arterie del distretto periferico (carotidi, renali, degli arti inferiori, etc.).

L’obiettivo è quello di potenziare i servizi resi al territorio da parte dell’Ospedale San Pellegrino, rendendolo un centro in grado di poter curare nella sua completezza e complessità il paziente affetto da aterosclerosi, la malattia che colpisce le arterie del corpo. Grande attenzione verrà dedicata oltre che alla cura, anche alla prevenzione delle patologie cardiovascolari, operando in stretta collaborazione con i colleghi cardiologi, vulnologi e diabetologi, specie nel trattamento del piede diabetico

L’arrivo del nuovo specialista avrà ricadute anche sulle altre strutture del GMS. Al Civile di Volta, è in fase di lancio ambulatorio di secondo livello per lo studio della cardiopatia ischemica, mirato ad offrire una valutazione specialistica ai pazienti colpiti da infarto o che sono stati sottoposti ad interventi di angioplastica coronarica. “L’impatto con il San Pellegrino è stato molto buono – ha commentato D’Alessandro – è un ambiente molto professionale e famigliare al tempo stesso, in cui ci si relaziona facilmente con il colleghi e si creano interazioni positive tra i diversi reparti e le numerose strutture appartenenti al Gruppo Mantova Salus”.